Kovalev Maxim

Kovalev Maxim

Nato nel 2003, Maxim è gravemente disabile dalla nascita a causa di una rara malattia genetica (sindrome di Behr) e su una sedia a rotelle. Il padre non lo riconobbe e abbandonò la famiglia dopo la nascita di Maxim. Sua madre Svetlana ha continuato ad occuparsi di lui da sola. Ha lavorato come insegnante presso la scuola tecnica di Donetsk e il suo stipendio e la pensione d’invalidità di Maxim gli hanno permesso di vivere modestamente.

Quando nel 2014 scoppia la guerra a Donetsk, Svetlana si trova in gravi difficoltà. Deve prendersi cura di Maxim e della sua anziana madre che ha bisogno di cure. Essa soffre di diabete e di problemi cardiaci, circolatori e di pressione sanguigna. Dal giugno 2014 le rendite di vecchiaia e d’invalidità non vengono più versate e non c’è nemmeno il denaro sufficiente per acquistare i medicinali più importanti. La sedia a rotelle di Maxim divenne troppo piccola per lui e si ruppe, così non poté uscire di casa per due anni. In queste circostanze la fuga per l’Ucraina libera era impossibile per questa famiglia.

La famiglia di Svetlana ha ricevuto un aiuto materiale dalla nostra iniziativa privata nel 2015-2017, soprattutto per l’acquisto di medicinali, e siamo riusciti ad acquistare una nuova sedia a rotelle per Maxim alla fine del 2016.

Nel novembre 2016 morì la nonna di Maxim, di cui si era molto occupato.

Anche la salute di Maxim sta peggiorando. A causa della sua dieta squilibrata e della mancanza di attività fisica soffre di diabete insulino-dipendente. Inoltre, la sua malattia congenita sta progredendo e anche la salute mentale e psicologica della madre Svetlana sta peggiorando. Ritiene che questa condizione sia il risultato dello stress permanente e dell’incerto clima di guerra e della mancanza di medicinali essenziali.

Nel 2018-2020 la nostra associazione continua a sostenere questa famiglia con 30 euro mensili per garantire la somministrazione dei farmaci più importanti.